Reclami, Ricorsi e Mediazione

La tua soddisfazione è per Fabrick un obiettivo quotidiano e la gestione di un reclamo rappresenta un momento di ascolto e di attenzione che ci permette di rispondere al meglio alle tue esigenze, poiché consente di individuare con tempestività le cause che hanno determinato un disagio. Ci impegniamo dunque a prestare la massima attenzione ad ogni tua richiesta al fine di fornirti risposte puntuali e chiare volte alla risoluzione della tua problematica.

 

Come inoltrare reclamo a Fabrick

Potrai inoltrare un reclamo tramite l’apposito Form Reclami oppure in via telematica inviando una comunicazione via PEC o mail all’indirizzo PEC reclami.fabrick@pec.fabrick.com.

In accordo con le vigenti Disposizioni di Trasparenza, Fabrick risponderà sollecitamente e comunque entro 15 giorni lavorativi dalla ricezione del reclamo.

In situazioni eccezionali, qualora non sia possibile rispondere entro i termini indicati per motivi indipendenti dalla nostra volontà, provvederemo ad inviare una risposta interlocutoria, indicando le ragioni del ritardo nella risposta al reclamo e specificando il termine entro il quale otterrai un riscontro definitivo. In ogni caso il termine per la ricezione della risposta definitiva non supera i 35 giorni lavorativi.

 

Altre modalità – ricorsi e mediazione

Nel caso in cui non ti ritenga soddisfatto delle risposte fornite da Fabrick o non abbia ricevuto risposta, ti ricordiamo che in base alla vigente normativa hai la possibilità di rivolgerti a:

  • Arbitrato Bancario Finanziario (ABF)
    L’ABF è un sistema stragiudiziale di risoluzione delle controversie che offre un’alternativa più semplice, rapida ed economica, rispetto al ricorso al Giudice. E’ un organismo indipendente e imparziale che decide – in pochi mesi – chi ha ragione e chi ha torto.
    Per informazioni su questo sistema puoi:

 

  • Conciliatore BancarioFinanziario (anche in assenza di preventivo reclamo):
    Il Conciliatore BancarioFinanziario è un’associazione che offre vari modi per affrontare e risolvere le questioni tra gli intermediari bancari e finanziari e la loro clientela.
    Puoi rivolgerti a questo organismo, ad esempio, nel caso in cui scegli di affidare la controversia ad un terzo indipendente, chiamato “mediatore” (che verrà scelto dall’organismo del Conciliatore BancarioFinanziario), che avrà il compito di agevolare il tentativo delle parti di raggiungere un accordo spontaneo.

    Per informazioni su questi sistemi puoi:

 

Ti segnaliamo che è obbligatorio, prima di agire in giudizio, esperire il “tentativo di mediazione”, cioè chiamare la controparte di fronte ad uno degli organismi di mediazione iscritti nell’apposito Albo e tentare così di raggiungere un accordo spontaneo. Ad esempio, possono essere utilizzati per svolgere tale “tentativo di mediazione” obbligatorio, i sopra citati ABF, Conciliatore BancarioFinanziario e ogni altro organismo riconosciuto dal Ministero della Giustizia.

 

 

Invia un reclamo