Fabrick Insights

content open banking

- Scenario

Come l’Intelligenza artificiale ha cambiato la finanza

Intelligenza artificiale: cos’è

Applicata al settore della finanza, l’intelligenza artificiale è in grado di regalarci dei servizi molto utili che hanno cambiato il modo di interagire con le banche e di gestire i nostri capitali. È una delle tecnologie più pervasive e che ha dato vita a innovazioni concrete e percepite da molti.

Definita come” l’abilità di una macchina di mostrare capacità umane come il ragionamento, l’apprendimento, la pianificazione e la creatività”, l’intelligenza artificiale è in grado di far sì che i sistemi comprendano il proprio ambiente e percepiscano e risolvano problemi, con un obiettivo specifico. Inseriti in un contesto, con uno scopo preciso, i sistemi di AI si mostrano capaci di imparare e adattano il proprio comportamento osservando le reazioni suscitate dalle loro precedenti azioni e lo fanno in piena autonomia.

Intelligenza artificiale applicata alla finanza

Il settore finanziario, e il fintech in particolare che è quello più propenso all’innovazione tecnologica, sono quelli che fin dal principio hanno creduto nelle potenzialità dell’intelligenza artificiale. Non è un caso quindi se ora possono goderne i benefici attraverso la realizzazione di servizi che suscitano l’interesse del mercato e non smettono mai di evolversi ed arricchirsi. Analytics, cognitive computing, chatbot, machine learning: le aziende stanno attingendo ai numerosi strumenti offerti dall’AI facendone tesoro per costruire un’offerta sempre più ricca e personalizzata, in grado di soddisfare clienti che non solo vogliono risparmiare ma anche investire intelligentemente i propri soldi. Dando un’occhiata alle aziende fintech oggi attive anche solo in Italia, all’interno della community del Fintech District, si possono esplorare le tante modalità di declinare questa tecnologia nella realizzazione di nuovi servizi, le tante possibilità possono essere sintetizzate in sei strade da percorrere. Senza nulla togliere a quelle alternative che altre fintech stanno percorrendo con perseveranza.

6 modi di usare l’intelligenza artificiale in finanza

L’obbiettivo è sempre quello di andare incontro ai bisogni dei clienti, soprattutto di quelli più giovani e più digitalizzati, oppure di sorprenderli con prodotti innovativi e inediti. Ecco come lefintech e anche alcune banche più tradizionali, stanno applicando l’intelligenza artificiale.

AI & Risk management

Con i tempi che corrono è una delle aree più interessanti e in cui l’intelligenza artificiale può dimostrarsi un’alleata pressoché infallibile. Questo perché è in grado di registrare e imparare autonomamente dai dati passati e in finanza ce ne sono tantissimi su cui basarsi per fare calcoli e valutazioni. L’obiettivo dei servizi di gestione del rischio è sempre quello di riuscire a effettuare delle previsioni accurate sul mercato a partire dalle informazioni esistenti e identificando trend, individuando i rischi e la strada migliore da percorrere per accrescere le proprie finanze senza esporsi troppo alle incertezze.

AI & Analisi del credito

Le banche e gli istituti di credito da sempre hanno il “problema” di dover prendere delle decisioni in merito ai soggetti che si rivolgono loro per un mutuo, o un prestito ad esempio. Grazie all’intelligenza artificiale oggi possono avere maggiori fattori e informazioni su cui basarsi per valutare nel modo più accurato possibile i meno abbienti e tradizionalmente “svantaggiati”, come i millenials, magari non escludendoli a priori. Questo mostra il potere inclusivo del fintech e delle nuove tecnologie. Raccogliendo e analizzando dati è oggi possibile conoscere anche le abitudini di rimborso di ogni individuo, avendo un quadro chiaro dei prestiti attivi in quel momento, delle carte di credito intestate e di tanti altri dati a volte anche destrutturati che possono essere di grande aiuto per personalizzare i servizi finanziari, il tasso di interesse su una carta ad esempio, o su un mutuo. Lo potrebbe fare teoricamente anche un operatore ma in tempi molto più lunghi e con maggiore possibilità di errore.

AI & Robot Advisor

Applicando algoritmi e formule matematiche ai dati sui mercati e sui clienti, oggi è possibile anche fornire una consulenza finanziaria potenziata dall’intelligenza artificiale. Non si tratta di screditare il valore dell’esperienza umana di chi fa questo lavoro da tempo ma di supportarla con un’analisi dati attenta ed efficace che permetta di dare consigli sulla gestione degli investimenti più tempestiva e soddisfacente. Si sta lavorando infatti anche alla consulenza bionica, che unisce la potenza di calcolo di macchine con il prezioso contributo delle intuizioni umane arrivando a fornire opzioni molto più efficienti di quelle garantite dai singoli elementi separatamente. Per il cliente tutto questo significa non solo consigli di qualità ma anche 24 ore su 24.

AI & Cybersecurity e rilevamento delle frodi

Con l’emergenza sanitaria sono aumentati gli attacchi da parte del cybercrime ed è sempre più importante armarsi per difendersi e per proteggersi. Se ne verificano in grande quantità e con modalità sempre più sofisticate grazie alla tecnologia ma sempre grazie alla tecnologia, all’intelligenza artificiale, è possibile difendersi meglio. Addestrando il machine learning sui tantissimi dati a disposizione si possono intensificare gli sforzi di cyber security fino a consentire ai software di distinguere l’utente reale e i bot.

Ad esempio osservando i comportamenti di spesa del passato su diversi canali di transazione si possono identificare con prontezza movimenti anomali, prelievi strani con somme insolite oppure utilizzi della carta di credito in luoghi non consueti. Questo tipo di identificazione si affina con il tempo inoltre, imparando sempre meglio a capire i comportamenti accettabili e quelli che devono invece destare sospetto e mettere in allarme.

AI & Gestione delle finanze

Personale e aziendale, la gestione finanziaria è da sempre un filone fondamentale che sta a cuore a tutti e l’intelligenza artificiale può far fare grandi passi avanti da questo punto di vista. È possibile costruire degli algoritmi sempre più avanzati che aiutino gli utenti a prendere la decisione di volta in volta migliore basandosi su una enorme quantità e varietà di dati che un umano non saprebbe certamente elaborare. Un ulteriore vantaggio sta nella freddezza delle macchine che non si faranno influenzare né impaurire dalle chiacchiere o dalle influenze di alcun tipo.

AI & Trading

Poter usare algoritmi avanzati, computing e big data per prevedere l’andamento dei prezzi è certamente un passaggio che ha rivoluzionato il mondo del trading. Non esistono ancora strumenti infallibili e forse mai esisteranno ma certamente si può contare su delle previsioni efficaci e oggettive, tempestive e accurate. Impostando il livello di rischio considerato, ci sono algoritmi in grado di suggerire le migliori soluzioni personalizzate.

Read related